Nella Memoria di Giovanni Paolo II: la sedicesima edizione su Rai1 la notte di Natale

Nella Memoria di Giovanni Paolo II

L’amore di Dio che libera e salva, un vento leggero: soffia nell’anima, ti avvolge, ti sconvolge e ti cambia la vita per farti gustare il vero amore nel servizio agli altri. Con questa consapevolezza e testimonianza dell’ideatore Domenico Gareri è giunto alla sedicesima edizione il format “Nella Memoria di Giovanni Paolo II“.

Nella Memoria di Giovanni PaoloL’ evento che si è tenuto, per la prima volta, a pochi giorni dalla morte del Papa santo il 15 aprile del 2005, con la conduzione di Daniele Piombi e Domenico Gareri, celebra il ricordo di Giovanni Paolo II attraverso i messaggi a lui cari della speranza e della rinascita.
La sedicesima edizione andrà in onda quest’anno la notte della vigilia di Natale dopo la Santa Messa e sarà dedicata ai 100 anni dalla nascita di Papa Wojtyla. Il programma come sempre volge lo sguardo alle categorie più deboli, ai diversamente abili, ai detenuti, ai più bisognosi , a coloro che vivono nel disagio e che hanno smarrito la speranza  e si pone l’obiettivo di diffondere una cultura più sensibile all’inclusione sociale e lavorativa.
La mission del format è dare forma attraverso testimonianze dirette ai messaggi di Papa Giovanni II. Tra questi il monito sull’abbattimento del pregiudizio, e dell’ emarginazione, spesso più dolorosi della pena e della malattia.
Il filo conduttore, come ogni anno è la rinascita, attraverso il racconto di storie di donne e uomini, le cui vite sono state segnate dalla sofferenza.

Un’edizione quest’anno senza pubblico e nel pieno rispetto delle norme anticovid eppure suggestiva ed emozionante. Un detenuto della Casa di reclusione Milano Opera con fine pena 31-12-9999 e la madre di un quindicenne vittima di un omicidio stradale si incroceranno nel percorso della rinascita e della speranza. Vittima e carnefice daranno la propria testimonianza nel segno della conversione e della ricostruzione interiore  grazie alla Fede.
Sarà raccontata la struggente storia di una ballerina che ha perso l’uso delle gambe ma è riuscita a coltivare ancora la passione per la danza  e per la vita grazie alle gambe della compagna, con cui ballerà. Tra gli ospiti un giovane che ritorna alla vita normale grazie alla partecipazione ad un progetto di alta qualificazione durante le detenzione nell’ambito della giustizia minorile e grazie alla collaborazione tra il Centro della Giustizia minorile del Lazio e l’Associazione Elis ed Enel Cuore.

Un augurio speciale arriverà dall’inconfondibile voce di Mario Biondi che aprirà e chiuderà la serata con canzoni dal vivo, nella suggestiva cornice della Chiesa di  Santo Spirito in Sassia. Tra gli ospiti musicali Annalisa Minetti ed Arianna Bergamaschi, che grazie all’incontro con il Papa polacco hanno dato una svolta alla propria vita.

Il programma, in onda su Rai1 giovedì 24 dicembre a mezzanotte, prodotto dalla Life Communication di Mariella Manna, da una idea di Domenico Gareri  scritto con gli autori Fausto Massa e Vittorio Ripoli, è condotto da Domenico Gareri e Vittoriana Abate, con la regia di Giulio Di Blasi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

Monica Setta: boom di ascolti per la conduttrice tv

Lun Dic 28 , 2020
Ennesimo record per ‘UnoMattina in famiglia‘: […]
Monica Setta